Trasporto rifiuti in ADR: firmato l’Accordo M287

L’Italia, in data 10/07/2016, ha firmato l’Accordo Multilaterale M287 sul trasporto di rifiuti contenenti merci pericolose , che sostituisce e modifica l’Accordo M222.

L’Accordo M287 sarà valido fino al 1° agosto 2020, attualmente solo per i trasporti che interessano l’Italia, l’Austria, Repubblica Ceca e Liechtenstein (ad oggi uniche firmatarie dell’accordo in oggetto); si applica solo relativamente alla raccolta e al trasporto di rifiuti, in accordo con la legislazione specifica, purché non appartenenti alla classe 1 (esplosivi), alla classe 6.2 (materiali infettanti) ed alla classe 7 (radioattivi).

L’Accordo M287 prevede l’adozione di deroghe che riguardano la classificazione, l’imballaggio, il trasporto, la marcatura e le informazioni da riportare sul documento di trasporto di alcune merci pericolose; di seguito se ne riportano alcune a titolo esemplificativo ma non esaustivo:

  • gli imballaggi classificati con UN 3509 IMBALLAGGI, DISMESSI, VUOTI, NON RIPULITI possono contenere residui che rimangono nella confezione dopo adeguato scarico e se non possono essere rimossi senza grande sforzo (in deroga alla Disposizione speciale 663)
  • il trasporto alla rinfusa degli imballaggi con numero UN 3509 può essere effettuato con mezzi aperti o telonati (secondo i codici BK1 o VC1 invece di BK2 o VC2), a condizione che tutte le altre condizioni rimangano le stesse. Il marchio degli imballaggi di sostanza pericolosa per l’ambiente non è richiesto
  • la Disposizione transitoria 1.6.1.30 che permette di continuare ad usare le etichette non conformi a quelle dell’edizione 2015, si applica senza limiti di tempo
  • l’utilizzo di imballaggi scaduti, che presentano deformazioni o ammaccature, o che non sono testati all’utilizzo, è possibile solo per i rifiuti pericolosi del gruppo d’imballaggio III o del gruppo d’imballaggio II elencati nella tabella allegata a questo accordo, purché garantiscano la sicurezza del trasporto
  • la possibilità di omettere l’apposizione del marchio “materia pericolosa per l’ambiente” sui colli di determinate merci
  • la possibilità di omettere alcune informazioni sul documento di trasporto, in particolare si può indicare la quantità stimata e non quella effettiva, in conformità al 5.4.1.1.1 (f) dell’Accordo ADR e di omettere la descrizione addizionale “Pericoloso per l’ambiente”, sostituendola con la dicitura specifica che indica l’adozione dell’Accordo in questione. In particolare, sul documento di trasporto occorre riportare la scritta “Trasporto in accordo ai termini del 1.5.1 dell’ADR (M287)” e per i documenti che riportano le indicazioni anche in inglese, la dicitura tradotta da aggiungere è “Carriage agreed under the terms of 1.5.1. ADR (M287)”

Tutte le altre disposizioni rilevanti dell’ADR, che non sono esplicitamente riportate nell’Accordo M287, devono essere comunque applicate.

L’accordo è disponibile in lingua italiana (traduzione non ufficiale) e in inglese.

Accordo-multilaterale-M287

Accordo_Multilaterale_M287_inglese

Tag:

admin