Esaurimento delle scorte delle miscele etichettate non CLP e definizione di immissione sul mercato

Il 26/05/2015 il Ministero della Salute  ha emesso la circolare esplicativa n.18101,  in cui si indicano le condizioni di applicabilità della deroga di etichettatura e di imballaggio  di due anni prevista dal regolamento CLP; in particolare sono esplicitati i requisiti necessari per i quali è possibile l’esaurimento delle scorte delle miscele non etichettate secondo CLP entro il 1° giugno 2017 anziché il 1° giugno 2015.

In data 29/05/2015 il medesimo Ministero ha emanato con la Circolare n. 18439 una rettifica della precedente in cui viene definita “l’immissione sul mercato”.

“L’immissione sul mercato di una miscela avviene all’atto dell’offerta o messa a disposizione tra due diverse entità legali a titolo oneroso o gratuito. La miscela deve essere ovviamente etichettata e approvata per la vendita e quindi essere messa a disposizione di terzi”

L’immissione sul mercato avviene anche tra:

  • società che fanno parte dello stesso gruppo industriale ma che hanno differenti entità legali;
  • il produttore conto terzi e il proprio cliente.

Il trasferimento fisico della miscela tra due magazzini della stessa società non è considerato “immissione sul mercato”.

L’avvenuta immissione sul mercato che beneficia della deroga di etichettatura è dimostrata qualora l’azienda sia in possesso di almeno uno dei seguenti documenti:

  • il contratto di fornitura/acquisto;
  • l’ordine di acquisto;
  • la fattura di vendita della miscela.

L’aatestazione è resa necessaria in caso di verifica.

Di seguito uno schema riepilogativo dell’applicabilità delle deroghe.

Miscele a scaffale
Miscele immagazzinate

 

Tag:

admin